PRESTAZIONI ENDOSCOPICHE

 

Gastroscopia

 

E' un esame  che consente di osservare dall’interno l’esofago,

lo stomaco e il duodeno.

Si utilizza un tubo flessibile del diametro inferiore a un centimetro,

fornito all’estremità di una telecamera.

Per eseguire l’esame  è necessario avere lo stomaco vuoto, perciò

occorre evitare di assumere cibi o bevande (inclusa l’acqua) nelle

8 ore precedenti.

L’esame non provoca dolore ma solo un modesto fastidio in gola

all’introduzione dello strumento. Per tale motivo può essere

somministrata una piccola dose di sedativo. In questo caso,

dopo l’esame, è consigliabile evitare di guidare.
Durante l’esame, la cui durata è particolarmente breve (spesso

inferiore a un minuto), è importante mantenere un atteggiamento

rilassato, respirando lentamente e profondamente per prevenire l’eventuale sensazione di vomito e a tollerare meglio l’esame.

La Gastroscopia viene consigliata quando si sospettano patologie del tratto digestivo superiore e in particolare ai pazienti che presentano sintomi come “sensazione di bruciore” (pirosi)  dietro lo sterno,  rigurgito, mal di stomaco,  digestione difficile, nausea, vomito, inappetenza, dimagrimento, anemia .

E’ possibile eseguire biopsie, che sono del tutto indolori e consentono  di valutare la Gastrite, la presenza di Batteri o di Cellule Tumorali.

 

 

Rettocolonscopia

 

E' una procedura che consente di osservare dall’interno il Retto

e il Colon.

Si utilizza un tubo flessibile del diametro di circa un centimetro,

fornito all’estremità di una telecamera.

Per eseguire l’esame  è necessario avere effettuato la preparazione

dell’intestino secondo le istruzioni impartite al momento della

prenotazione.

Durante l’esame, la cui durata è, in genere, di 5-15 minuti,  

è possibile avvertire sensazione di gonfiore e di dolore addominale,

che regrediscono già durante l’esame aspirando l’aria insufflata per

facilitare l’avanzamento dello strumento e la visione.

Per rendere l’esame più tollerabile è possibile somministrare un sedativo. In questo caso, dopo l’esame, è consigliabile evitare di guidare per almeno 4 ore.

La Rettocolonscopia viene consigliata quando si sospettano patologie del tratto digestivo inferiore e in particolare ai pazienti che presentano sintomi come diarrea cronica, stipsi recente, dolore addominale cronico o ricorrente, sanguinamento rettale, anemia sideropenica, prevenzione del Cancro Colorettale.

E’ possibile eseguire biopsie, che sono del tutto indolori e consentono  di valutare la presenza di Colite o di eventuali Cellule Tumorali.

 

 

Polipectomia Endoscopica

 

I Polipi sono neoformazioni dell’intestino o

dello stomaco in genere di natura benigna 

ma, specie se di natura adenomatosa e 

lasciati in sede, possono accrescersi e

diventare maligni.

Per prevenire la sequenza Polipo/Cancro è

consigliabile l’asportazione, che può essere

eseguita per via endoscopica.

L’esame istologico del polipo asportato potrà confermarne la natura benigna ovvero evidenziare la presenza già di un’iniziale degenerazione maligna. In questo caso sarà necessario l’intervento chirurgico che in genere garantisce la guarigione definitiva grazie alla diagnosi precoce, cioè nella fase iniziale della malattia.

La Polipectomia Endoscopica è una tecnica relativamente sicura. Le principali complicanze sono l’emorragia (1 caso ogni 100, trattabile endoscopicamente) e la perforazione (rarissima a livello gastrico, 1 caso ogni 2.000 procedure a livello del colon, trattabile chirurgicamente).

 

ESAMI IN SEDAZIONE PROFONDA

 

Le procedure endoscopiche vengono effettuate anche in Sedazione Profonda, ma è necessaria la Visita Preventiva da prenotare presso questo Studio, telefonando allo 0965-890440 dalle ore 15.30 alle 19.00

 

 

www.ferdinandopolimeni.com  2016 - Tutti i diritti riservati - E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti del sito.