Gastroscopia

E' un esame  che consente di osservare dall’interno l’esofago, lo stomaco e il duodeno.

Si utilizza un tubo flessibile del diametro inferiore a un centimetro, fornito all’estremità di una telecamera.

Per eseguire l’esame  è necessario avere lo stomaco vuoto, perciò occorre evitare di assumere cibi o bevande (inclusa l’acqua) nelle 8 ore precedenti.

L’esame non provoca dolore ma solo un modesto fastidio in gola all’introduzione dello strumento.

Durante l’esame, la cui durata è particolarmente breve (spesso inferiore a 1-2 minuti), è importante mantenere un atteggiamento rilassato, respirando lentamente e profondamente per prevenire l’eventuale sensazione di vomito e a tollerare meglio l’esame.

 

Per una migliore tollerabilità è possibile eseguire l'esame in sedazione cosiddetta vigile, poiché il paziente rimane sveglio o, in pazienti particolarmente sensibili, in anestesia generale. In questo caso al paziente viene somministrato un farmaco che induce il sonno e rende completamente tollerabile la procedura, durante la quale il pazienti continua a respirare spontaneamente, svegliandosi poi immediatamente al termine dell'esame.

L'anestesia va richiesta e programmata all'atto della prenotazione.

 

Per rendere l’esame più tollerabile è possibile eseguire una sedazione cosiddetta "vigile", poiché il paziente rimane sveglio o, in pazienti particolarmente sensibili, una sedazione profonda, con l'assistenza dell'Anestesista. In questo caso al paziente viene somministrato un farmaco che induce il sonno e rende assolutamente indolori le procedure, durante le quali i pazienti respirano spontaneamente, svegliandosi poi immediatamente al termine dell'esame.

 

La Gastroscopia viene consigliata quando si sospettano patologie del tratto digestivo superiore e in particolare ai pazienti che presentano sintomi come “sensazione di bruciore” (pirosi)  dietro lo sterno,  rigurgito, mal di stomaco,  digestione difficile, nausea, vomito, inappetenza, dimagrimento, anemia .

E’ possibile eseguire biopsie, che sono del tutto indolori e consentono  di valutare la Gastrite, la presenza dell'Helicobacter pylori  o di Cellule Tumorali.

Laringe e Corde Vocali   al centro

Esofago normale

Diverticolo Esofageo

Ernia Iatale

Esofagite 

Pliche gastriche 

Gastrite erosivo-emorragica

Polipo gastrico