Polipectomia Endoscopica

I Polipi sono neoformazioni dell’intestino o dello stomaco in genere di natura benigna ma, specie se di natura adenomatosa e lasciati in sede, possono accrescersi e diventare maligni.

Per prevenire la sequenza Polipo/Cancro è consigliabile l’asportazione, che può essere eseguita per via endoscopica nel corso di una normale Colonscopia.

 

Per maggiore tollerabilità è preferibile eseguire l'esame in anestesia. Al paziente viene somministrato un farmaco che induce il sonno e rende assolutamente indolore la procedura, durante la quale il paziente continua a respirare spontaneamente, svegliandosi poi immediatamente al termine dell'esame.

L'anestesia va programmata all'atto della prenotazione

L’esame istologico del polipo asportato potrà confermarne la natura benigna ovvero evidenziare la presenza già di un’iniziale degenerazione maligna.

In questo caso sarà necessario l’intervento chirurgico che in genere garantisce la guarigione definitiva grazie alla diagnosi precoce, cioè nella fase iniziale della malattia.

La Polipectomia Endoscopica è una tecnica relativamente sicura. Le principali complicanze sono l’emorragia (1 caso ogni 100, trattabile endoscopicamente) e la perforazione (rarissima a livello gastrico, 1 caso ogni 2.000 procedure a livello del colon, trattabile chirurgicamente).

Polipectomia Endoscopica

Colon normale

Polipo 

Cancro

La  Polipectomia Endoscopica interrompe la sequenza che

dal Polipo (benigno) conduce al Cancro (maligno) del Colon