Rettocolonscopia

E' una procedura che consente di osservare dall'interno tutto il grosso intestino (Retto, Colon e Cieco) e in alcuni casi anche l'ileo terminale.

 

Si utilizza un tubo flessibile del diametro di circa un centimetro, fornito all'estremità di una microtelecamera.

E’ possibile eseguire biopsie, che sono del tutto indolori e consentono  di valutare la presenza di Colite o di eventuali Cellule Tumorali.

 

Per eseguire l’esame  è necessario avere effettuato la preparazione dell’intestino secondo le istruzioni impartite al momento della prenotazione.

 

Durante l’esame, la cui durata è, in genere, di 10-15 minuti,  è possibile avvertire sensazione di gonfiore e di dolore addominale, che regrediscono già durante l’esame, aspirando l’aria insufflata per facilitare l’avanzamento dello strumento e la distensione delle pareti per una migliore osservazione.

 

Per maggiore tollerabilità è possibile eseguire l'esame in sedazione cosiddetta vigile, poiché il paziente rimane sveglio o, in pazienti particolarmente sensibili, in anestesia.

In questo caso al paziente viene somministrato un farmaco che induce il sonno e rende assolutamente indolori le procedure, durante le quali il paziente continua a respirare spontaneamente, svegliandosi poi immediatamente al termine dell'esame.

 

L'anestesia va richiesta e programmata all'atto della prenotazione.

 

La Rettocolonscopia viene consigliata quando si sospettano patologie del tratto digestivo inferiore e in particolare ai pazienti che presentano sintomi come diarrea cronica, stipsi recente, dolore addominale cronico o ricorrente, sanguinamento rettale, anemia sideropenica, prevenzione del Cancro Colo-Rettale.

E' importante riuscire a raggiungere il cieco, poiché, specie nei pazienti con anemia, la causa può essere un lento, ma continuo, stillicidio ematico da parte di una neoplasia localizzata in questo segmento, che per la sua ampiezza, ne consente la crescita senza dare segni precoci di ostruzione del transito intestinale.

In alcuni casi la valvola ileo-cecale è transitabile ed è possibile raggiungere la parte terminale dell'ileo per documentare o escludere un'ileite, spesso presente nel M. di Crohn.

 

 

 

 

 

Colon Sigmoideo

Colon Ascendente

Melanosi del Colon da uso di Erbe Lassative

Cieco con Valvola ileocecale in primo piano

Neoplasia del Cieco

Ileo terminale normale